x

Danilo Lapadura

Batterista e percussionista, inizia all’età di 10 anni a suonare la batteria spinto da un input istintivo e naturale.

Dopo alcuni anni da autodidatta, prosegue la formazione studiando strumento a S. Agata Li Battiati (Ct) con il maestro Pucci Nicosia, noto batterista del panorama jazzistico siciliano.

Dal 1992 al 1998 ha continuato lo studio dello strumento frequentando i corsi di perfezionamento a Siena per il “Siena Jazz”.

Ha partecipato a molte cliniques in Italia e all’estero con nomi del calibro di Roberto Gatto, Christian Meyer, Dave Weckl, Steve Gadd, Steve Smith, Massimo Manzi, Gavin Harrison, Elio Rivagli, Alfredo Golino, Vittorio Riva, Lele Melotti, Greg Bissonette, Agostino Marangolo, Tullio De Piscopo, Chris Coleman, Jojo Mayer, Emmanuelle Caplette, Mike Mancini, Max Furian, Mariano Barba).

Si è esibito a fianco di musicisti italiani e stranieri di livello internazionale tra i quali Gegè Telesforo, Marco Tamburini, Klauss Lessmann, Furio Di Castri, Francesco Petreni, Stefano Battaglia, l’Orchestra Jazzistica Senese, partecipando a rassegne e festivals in tutto il territorio italiano e all’estero.

Nel 1994, frequenta presso il teatro “Verdi” di Poggibonsi (Si) il laboratorio di espressione sonora e danza movimento-creativo.” Prosegue negli anni successivi, presso la “Roland Stick School di Perugia i corsi di perfezionamento su “Clic & Drum >Machine”.

Ha suonato in varie tournèe: Stati Uniti – “E per fortuna che c’è l’orchestra” esibendosi in parecchi teatri tra New York e la Pennsylvania (Slippery Rock University).

Ha inciso in varie produzioni discografiche dal genere italiano al blues, “Tweed” con gli Adel’s, “Da Mina in poi…”, “Armonici-Paesaggi”, “Officina Sonora”.

Nel 1996 a Lamezia Terme, nell’ambito della rassegna di musica jazz e da camera A.M.A. Calabria, si classifica I° insieme al quintetto classico “Bolling”, in seguito tiene con la stessa formazione una tournèe di 40 date nel circuito nazionale della Società Dante Alighieri.

Nel 2000, si è esibito a Parigi con la formazione “Danny’s tribal quintet” (formazione di soli percussionisti) in occasione del festival “Rouge”.

In questo anno presso l’Istituto di “Musica e Musicoterapia” di Bari, sotto la supervisione del prof. Sestilio De Letterijs consegue il diploma quadriennale di musicoterapia.

Batterista della band “Quinten”, nel 2008 viene pubblicato l’album “Personale”. La band ha collaborato con Rita Marcotulli e Marina Rei in qualità di supporter per i loro concerti.

Nel 2004 inizia una collaborazione con il Maestro fiorentino Orio Odori e la sua orchestra.

Ha in atto una intensa attività concertistica, quale batterista e percussionista, sia da solista, che in varie formazioni pop, rock, jazz e classiche.

Vanta di numerose apparizioni televisive come Rai1, Rai2, Rai3, Canale 5, Antenna Sicilia, Telecolor, TRM ed è stato ospite e componente di giuria in molteplici eventi teatrali e radiofonici.

Anno 2009, insieme al chitarrista Fabio Maida ha dato vita al duo “Kronos” (chitarre, batteria, percussioni e sequencer), all’interno di un progetto di sperimentazione, ricerca e valorizzazione della musica mediterranea.

Novembre 2009, presso l’istituto musicale “V. Bellini” di Caltanissetta è relatore al convegno “La Dimensione Antropologica della Musica”.

Nel dicembre 2012 viene pubblicato dalla casa discografia MAP di Milano il secondo album della band “Quinten” dal titolo omonimo.

Fonda nel 1997 a Caltanissetta la scuola di musica “Officine Sonore” di cui oggi è coordinatore dell’area didattica.

E’ stato batterista per i tour estivi del Teatro Stabile Nisseno.

Suona e collabora con diverse formazioni spaziando dal genere classico, al pop, rock e jazz.

Nel 2018 con i Quinten pubblica il singolo “Simple Words”