x

Storia

IMG_4481Da ventisei anni in vita, il Festival Città di Caltanissetta si propone come “festival leader” per la ricerca di giovani talenti, nell’ambito della musica italiana. La presenza dei più grandi personaggi del mondo dello spettacolo, le riprese televisive di network come Telemontecarlo, Mediterraneo Sat con messa in onda in prima serata, i servizi dedicati alla manifestazione di “Verissimo” (Canale 5), “Chi c’è c’è” (Retequattro), “Mio Capitano” (Raidue), le testate giornalistiche che si sono occupate del Festival (Giornale di Sicilia, La Sicilia, Il Messaggero, Il Tempo, La Gazzetta del Sud, La Stampa), le riviste specializzate (Fare Musica, Sorrisi e Canzoni TV), le radio che hanno effettuato dei collegamenti (RDS, RTL, Radio Italia) e soprattutto i direttori delle case discografiche, i produttori, che considerano Caltanissetta.

La manifestazione che si avvale della collaborazione degli enti locali (Comune di Caltanissetta, Azienda Autonoma Provinciale per L’Incremento Turistico), regionali (Assessorato al Turismo, alla Cultura) che grazie ai loro contributi ne permettono la realizzazione, ha la durata di quattro giorni, nei quali dieci partecipanti per sera, duramente selezionati dal vivo in tutta Italia, si danno battaglia per accedere alla finalissima di domenica, dove al cospetto di una giuria di produttori discografici e personaggi dello spettacolo, viene eletto il vincitore. Negli anni, varie volte, i vincitori, grazie al Festival, hanno iniziato la carriera artistica: Zenima, Massimo Arizzi, come cantanti, Aldo e Giovanni (prima che Giacomo si unisse a loro) e molti ancora. Nel corso delle tre serate, ospiti di prim’ordine spalleggiano la gara, rendendo più completo lo spettacolo per il pubblico che ha sempre gremito le sale del teatro. Per sei anni il Festival Città Di Caltanissetta si è avvalso anche della preziosa collaborazione del CET (Centro Tuscolano Europeo) diretto da Mogol.